Make your own free website on Tripod.com

L'ABBAZIA DI NOVACELLA  27maggio 2004

 
ENIO HOME PAGE

Oggi quarto giorno della visita di mamma Gina e Diana quì a Trento, si decide di andare a fare una visitina a nord, meta l'Abbazia di Novacella ( Neustift ) a pochi chilometri da Bressanone, circondata da boschi, prati e vigneti. Ancora oggi è retta dai Canonici Regolari Agostiniani. Fondata nel 1142 dal vescovo di Bressanone, il beato Hartmann, come ospizio per i viandanti e i pellegrini diretti alla Terra Santa, divenne ben presto il più importante centro culturale e spirituale del Tirolo. A causa dei moltissimi rimaneggiamenti, sopratutto durante  il periodo rinascimentale il monastero è composto da edifici diversi per epoca e stile. Mantiene tuttavia l'impostazione originaria. Il primo

intervento si ebbe già sul finire del 1100 in seguita ad un incendio che quasi distrusse l'Abbazia. In tale occasione venne edificata nel 1198 la cappella di San Michele, in stile romanico. Superate alcune costruzioni, che anticamente ospitavano i pellegrini, si arriva nel cortile al cui centro c'è

il Pozzo delle Meraviglie, del 1508. Le decorazioni che raffigurano le sette meraviglie del mondo vennero aggiunte nel 1673. Nella Pinacoteca l'altare di Santa Caterina, di Friedric Pacher, del XV secolo, e otto tavole con storie di Sant'Agostino. La Biblioteca, decorata in stile rococò nel 1778 da Giuseppe Sartori, conserva 76000 volumi, di cui diversi sono codici miniati. La chiesa diSanta Maria Assunta del 1737, mantiene il campanile romanico originario. All'interno, rococò, affreschi con scene della vita di Sant'Agostino e di Santa Barbara. Su un lato della chiesa un chiostro duecentesco, romanico,

rimaneggiato  già negli ultimi anni del '300. L'Abbazia è anche oggi un centro di produzione vinicola. Tra i vini di pregio il Traminer, il Praepositus bianco e il pregiato Kerner. C'è un fornitissimo spaccio dove i vini, tutti D.O.C. possono facilmente essere acquistati. C'è una bellissima taverna dove si possono fare dei gustosissimi spuntini a base di speck pane e vino locale. Se si è impostata la propria vita al " risparmio " si può sostare negli appositi spazi allestiti, per consumare i panini o quello che ci si è portati da casa. Per arrivare sul posto, da Trento si imbocca l'autostrada fino a Bressanone, quì si esce e percorrendo la statale 49, dopo pochi chilometri si cambia per una strada minore verso Novacella. Ripresa la statale 49, alla fine della visita abbiamo proseguito per Rio di Pusteria, San Lorenzo di Sebato e quindi si arriva a Brunico ( Bruneck ) dove ci siamo fermati per visitare il castello e le due bellissime cattedrali, quindi siamo ritornati, verso sera a Trento

Le foto scattate per l'occasione

 

BACK  ENIO HOME PAGE  NEXT MEETING REGGIO EMILIA