Make your own free website on Tripod.com

LA MAMMA GINA CON DIANA A TRENTO   23 maggio 2004

 
ENIO HOME PAGE

Oggi domenica 23 di maggio del 2004, sono arrivate col treno delle 19,30 proveniente da Pescara la mia mammotta Gina e la sorella Diana per una visita di una settimana quì a Trento e poi Domenica 30 maggio andremo tutti al primo meeting dei parenti, discendenti dal nonno Mammarella Antonio. Per l'occasione ci incontreremo a Reggio Emilia in un agritur coi parenti abitanti a Milano e quelli abitanti a Chieti. Appena arrivate e mamma già ha messo mano ai sacchetti e sacchettini che si è portata da giù. Si è preparata le sagnarelle fatte di farina ed è già ai fornelli per cuocerli in brodo  con i fagioli di laggiù, freschi e cotti al

momento. Tempo una ventina di minuti e siamo tutti a tavola. Dopo cena si guarda un pò la televisione e si va a dormire, loro devono riposare il viaggio anche se in treno è stato un pò lunghetto e si deve recuperare.

Lunedì 24 maggio, i musei a Trento sono tutti chiusi e io faccio loro da cicerone per la città. Dapprima ci fermiamo a visitare la chiesa di Santa Maria Maggiore, quella del Concilio di Trento, poi ci portiamo verso il centro per visitare il duomo di San Vigilio. Loro si fermano ad ammirare estasiate la cattedrale in tutte le sue parti e man mano che la visita si svolge continuano a farmi domande, interessate da tanta bellezza. Andiamo a trovare Donatella che oggi lavora in cripta sotto la cattedrale, quella cripta visitata da centinaia di turisti ogni mese, sede delle sepolture dei vescovi e sopratutto

luogo che fu in passato la chiesa nella sua antica struttura e sulla quale venne edificata la attuale cattedrale in tempi più recenti.  Eccole quì a fianco intente ad ascoltare dal mezzo audiovisivo la storia degli scavi e della antica cattedrale. Usciti di nuovo all'aperto le ho portate in visita, percorrendo le vie principali,  della chiesa di San Pietro e del monumento a De Gasperi, del quale si tiene una mostra proprio in questi giorni al Castello del Buonconsiglio. A mezzogiorno si va a mangiare al Pedavena, cibi locali e ad assaggiare qualche bicchiere di buon vino Trentino. Il pomeriggio riposo.

Le foto scattate per l'occasione

 

  ENIO HOME PAGE  NEXT